Ciao Anna

Non l’ho mai incontrata Anna – non personalmente – eppure è come se avessi letteralmente camminato con lei e i suoi famigliari lungo il terribile percorso della SLA.

Non è il momento di troppe parole che – pur dal profondo dell’anima – potrebbero suonare ridondanti, ora.

L’abbraccio forte che ho dato al mio grande amico nonché suo marito, è per tutta la sua splendida famiglia. Racchiude l’amicizia, la gratitudine e la compartecipazione al loro dolore che anch’io porto nel cuore.

Buon viaggio, Anna. Non ti dimenticherò.

Vi voglio bene.

SLAffanculo!

Nicolò

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo di eventuali cookie. Prima di accettare, leggi la pagina "Privacy e trattamento dei dati personali". maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi